Vai direttamente ai contenuti della pagina
icona facebook social icona instagram Museo Mallè

Tra Terra e Cielo | Quattro fotografi raccontano i cimiteri della Valle Maira

  Inaugurazione : sabato 4 maggio 2019 ore 17.00 presso il Museo Luigi Mallé di Dronero.

 

Mostra dei fotografi Roberto Beltramo, Diego Crestani, Enrica Fontana e Giorgio Rivoira che raccontano i cimiteri della Valle Maira, curata da Ivana Mulatero e Stefania Riboli.Tra terra e cielo
Una splendida narrazione fotografica dei cimiteri delle montagne della Valle Maira, costruita da quattro escursionisti di FotoSlow con la macchina fotografica a tracolla in oltre due anni di esplorazione. Ottanta fotografie, per buona parte inedite, espandono l’escursione documentata nel volume omonimo “Tra terra e cielo” pubblicato dalla casa editrice Polaris nel 2018. Qualunque giorno della settimana, in qualunque mese dell’anno e per ogni stagione, i fotografi hanno visitato 37 cimiteri, tra attivi, inattivi ed ex luoghi sepolcrali che ancora conservano delle lapidi o delle croci con i nomi.
L’esposizione punta l’attenzione a tutto il complesso di elementi che rendono prezioso il recinto sacrale montano: croci, cancelli, muri, prati, cespugli, lapidi, cippi, cappelle, epigrafi, statue e sentieri, con un suggestivo allestimento articolato tra immagini a tutta parete e altre di minuscolo formato, tra fondali panoramici e zoomate su labili tracce segnate da meditati silenzi. Seguendo idealmente la mappa delle località per poi confrontarla con le immagini, si scopre l’evoluzione dello spazio cimiteriale che dal tradizionale “camposanto” dai confini chiusi, presente nei centri più popolati, man mano che si risale verso le montagne tende a fondersi con il territorio e a diventare tutt’uno con esso. Uno spazio naturale vasto, all’ombra delle vette e a perdita d’occhio, che s’intreccia con un tempo immoto, indifferente ai bisogni della postmodernità e chiuso su se stesso come un’ultima reliquia. Fin qui sono arrivati i fotografi, dopo aver attraversato i cimiteri progettati ed essere giunti a quelli “senza architetti”, proponendo una riflessione visiva sui legami con la loro storia e con il senso di pace che dovrebbero comunicare e con la capacità di trasmettere messaggi coerenti alle comunità. La mostra include, inoltre, reliquie e antifonari settecenteschi provenienti dal patrimonio della Confraternita del Gonfalone di Dronero e la proiezione del trailer del documentario d’autore “Un anno in Alta Valle Maira” del regista Andrea Icardi realizzato dalla Fondazione Acceglio.
L’iniziativa, realizzata per volontà di Espaci Occitan e del Comune di Dronero, è sostenuta dal contributo della Regione Piemonte e rientra nel programma di avvicinamento ai mille anni della Valle Maira.

 


 

 

 

 

^

Associazione Espaci Occitan, Via Val Maira 19 - 12025 Dronero - C.F/P.IVA  02701920049

© 2017 - 2019 | Realizzato da www.informaticavision.it | Privacy policy | Accesso riservato | HTML5 & CSS3
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×