Vai direttamente ai contenuti della pagina
icona facebook social icona instagram Museo Mallè

Alla scoperta della collezione Mallé

Della collezione permanente, oltre alle tele del tardo Cinquecento, spicca una statua in legno policromo della scuola trentina di Stefano Lamberti che raffigura un Santo Vescovo di notevole qualità e raffinatezza.

 

Per il SeicentoSala Seicento si possono ammirare opere di pittori attivi in quel periodo in Piemonte, tra cui Charles Dauphin con la sua Allegoria dell’Angelo custode, e una serie di opere fiamminghe e olandesi, con scene di genere e il Ritratto di gentiluomo attribuito all’ambito di Michiel Van Mierevelt.

 

 

 

 

 

Sala Settecento

 Nella sala del Settecento vi sono arredi pregiati tra cui una chaise-longue, una consolle di legno intagliato e dorato con specchiera, un cassettone intarsiato e opere di Giovanni Battista Crosato, Francesco De Mura, Giovan Domenico Molinari, quattro stampe rococò di Johann Wolfgang Baumgartner, affiancate da due splendidi ritratti a pastello di scuola francese.

 

In una piccola veranda, si incontra la ricostruzione di come poteva presentarsi un salottino di fine Ottocento. Oggetti e fotografie di famiglia sono esposte insieme alle opere di Federico Boccardo, di Enrico Reycend e Antonio Fontanesi.

 

 

 Sala OttocentoNella sala dell’Ottocento troviamo i paesaggisti del tardo ottocento, tra cui Giuseppe Camino con il suo Bacino d’Ivrea, Vittorio Avondo, Marco Calderini, Silvio Allason, Petrus Henricus Theodorus Tetar Van Elven e poi lo scrividritto del nonno notaio, le riproduzioni delle più belle foto di famiglia; completano l’arredo un serre-papier ed un mobile-altare intorno al quale la famiglia si riuniva per celebrare la messa. Le numerose reliquie in esso contenute, sono state donate alla Chiesa dei Cappuccini (proprio di fronte a casa Mallé), ed esposte nella Cappella dell’assunta.

 

 

 
Sala NovecentoL’ultima parte della collezione permanente è dedicata ai pittori del Novecento fra i quali Lucio Fontana, Graham Sutherland, Umberto Mastroianni, Julio Gonzales, Gerard Schneider, Atanasio Soldati, Lucebert, Adriano Parisot, nella stessa sala in cui trova posto anche un salottino Thonet in paglia di Vienna ottimamente conservato.
Clicca qui per visionare le opere della collezione di Luigi Mallé

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Depliant del Museo Mallé

 

 

Foto di: ©Serena Bersezio

 

Alla scoperta della collezione Mallé

^

Associazione Espaci Occitan, Via Val Maira 19 - 12025 Dronero - C.F/P.IVA  02701920049

© 2017 - 2018 | Realizzato da www.informaticavision.it | Privacy policy | Accesso riservato | HTML5 & CSS3
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×