Vai direttamente ai contenuti della pagina
icona facebook social icona instagram Museo Mallè

Scheda approfondimento

Dopo aver compiuto un primo apprendistato nell'atelier di Giovanni Grande, pittore, ceramista e collaboratore della manifattura di ceramiche artistiche Lenci, Riccardo Chicco entra nel 1928 a far parte della scuola  di Felice Casorati, indiscusso punto di riferimento della pittura torinese di inizio Novecento. Dalla seconda metà degli anni trenta soggiorna a Londra e a Parigi, si sofferma presso la scuola di copia del Louvre, e poi raggiunge Vienna e Monaco. Durante la Seconda Guerra mondiale, dopo una iniziale neutralità, entra in contatto con la Resistenza e viene arrestato perché sospettato di essere una spia inglese. Nel marzo del 1946 realizza la sua prima mostra personale alla Galleria del Bosco di Torino a cui seguono numerosi inviti alla Biennale di Venezia. L’opera “La ‘Poesia’ nel teatro di Cumiana è rappresentativa di uno stile pittorico affidato principalmente alle qualità costruttive del colore, dai timbri pungenti e sonori e dall’abbreviazione descrittiva ma puntuale, verso una semplificazione delle forme in chiave espressionista.

^

Associazione Espaci Occitan, Via Val Maira 19 - 12025 Dronero - C.F/P.IVA  02701920049

© 2017 - 2023 | Realizzato da www.informaticavision.it | Privacy policy | Accesso riservato | HTML5 & CSS3
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×